Come artisti, intellettuali e scienziati, e in primo luogo cittadini, abbiamo la responsabilità di partecipare al dibattito sul futuro dell’Europa, specialmente ora che la posta in gioco è così alta. Va ristabilita la fiducia nell’Europa. Alla luce delle attuali tendenze globali vanno riaffermati i valori della dignità umana e della democrazia. Non devono prevalere le interpretazioni populiste e nazionalistiche.

Il documento di riflessione La Mente e il Corpo dell’Europa risponde all’invito del Parlamento europeo e del Presidente della Commissione Europea ad elaborare Un nuovo racconto per l’Europa a tutti i cittadini. Questo documento non è un punto di arrivo, ma piuttosto un catalizzatore che speriamo attirerà ulteriori voci nel dibattito.